Chiudi Menu
NEWS & EVENTI
25 Novembre 2015 Scomparsa del Prof. CARLO MICONI
Molti enologi hanno conosciuto il prof. CARLO MICONI come docente alla Scuola Enologica di Conegliano, molti altri attraverso le sue preziose pubblicazioni scientifiche e l'impegno che ha dato per il mondo enologico. Di seguito, un riassunto della vita di questo straordinario uomo di Scienza.


MICONI CARLO è nato Fondo (TN) il 15 giugno 1921 ma ha vissuto a Conegliano per ottant’anni.  Si è diplomato alla Scuola Enologica nel 1940 e dopo la lunga parentesi militare, vi è rientrato alla fine del 1943, come assistente alla cattedra di chimica e incaricato delle analisi nel Laboratorio di Chimica agraria annesso all'Istituto; ne è uscito quarant’anni dopo nel 1983, titolare della cattedra di Chimica conferitagli senza concorso quale persona “di riconosciuta singolare perizia”.Per quarant’anni l'attività didattica, quella delicata del lavoro analitico, la stesura di guide alle analisi e di varie note sperimentali di laboratorio, lo hanno completamente impegnato: un lavoro concretizzato in una sessantina di pubblicazioni, in un apprezzato manuale Misure densimetriche e rifrattometriche e in un  testo Il controllo tecnologico del vino attraverso l'analisi , per la parte analitica.Lasciato l’insegnamento... non lasciò la Scuola Enologica, perché per otto anni divenne attivo ricercatore d’archivio e coordinatore di redazione del volume La Scuola Enologica di Conegliano, autore il  prof. Mario Ulliana.E’ stato relatore nei “Corsi nazionali di aggiornamento per Enotecnici, collaboratore per le riviste “L’Enotecnico” e “Vini d’Italia” e per varie edizioni del "Manuale dell'enologo" di Marescalchi.Era socio corrispondente dell’ Accademia Italiana della vite e del vino e membro del Comitato scientifico della 'Rivista di viticoltura e di enologia'.Queste attività, unite alla disponibilità nell'ascolto dei problemi degli allievi diventati professionisti, hanno prodotto molti riconoscimenti nei suoi riguardi.Nel 1980 l'Associazione Enotecnici Italiani gli ha assegnato il “Grappolo d’Oro”; nel 1994, a Verona, gli è stata attribuita la ‘Medaglia d’argento di Cangrande’; nel 1998 il “Premio Civilitas” del Comune di Conegliano; nel 1999 il “Premio Targa d’Oro Giuseppe Morsiani”.Nel periodo 1992 - 1999 è stato attivo Presidente dell'Unione ex Allievi della Scuola Enologica di Conegliano e successivamente, Presidente onorario della stessa. In occasione del 21° Convegno dell’Unione ex Allievi, il Consiglio Direttivo gli ha conferito la “Medaglia d’Oro dell’Unione”.Nell’ambito della manifestazione “Vino in Villa 2001” promossa dal Consorzio  Tutela del vino Prosecco Conegliano-Valdobbiadene gli è stato assegnato il premio “Giuseppe Schiratti”.Nel 2010 ha pubblicato assieme alla Dott.ssa Severina Cancellier il libro Luigi Manzoni genetista alla scuola enologica di Conegliano”.
Facebook
Whatsapp
Telegram
Twitter
Google Plus